ASCEA, tra Storia e Natura

Uno dei Paesi più conosciuti del Cilento è sicuramente Ascea, che si estende per una superficie di 3763 ettari (occupata da circa 5600 abitanti).ascea_slider_311L’origine del nome di questa località è ricco di poesia; pare, infatti, che ASCEA derivi dal greco A-SKAIDON, ovvero LUOGO PRIVO di OMBRE, RICCO di LUCE.

In effetti, così è, dato che la posizione del paese è particolarmente felice; esso sorge, infatti, su una collina affacciata sul mare, di cui riceve brezze e aromi.Screenshot_2015-08-20-10-28-28-1ASCEA nasce grazie agli abitanti di Velia che, nel tredicesimo secolo D.C. fondarono, sulle COLLINE, un PICCOLO BORGO, che circa 200 anni dopo, ossia nel XV secolo, toccò il suo massimo splendore, tanto che lo stile tardo-medievale ha lasciato delle tracce visibili ancora oggi. Nel COMUNE di ASCEA è, oggi, possibile individuare ben 4 FRAZIONI:

– CATONA;     – MANDIA;   – TERRADURA;   – ASCEA MARINA

La FRAZIONE di ASCEA MARINA è una rinomata località balneare, ormai da anni insignita della BANDIERA BLU, per la qualità delle sue spiagge e delle sue acque, tra le quali va segnalata, indubbiamente, quella situata nei pressi della SCOGLIERA (zona favolosa, dove termina il lungomare per lasciare spazio ad una serie di anfratti ed insenature dal fascino immenso).cfffLUOGHI di INTERESSE: Ad Ascea, un luogo di particolare interesse turistico è l’AREA ARCHEOLOGICA di VELIA, i cui SCAVI hanno permsso di ricostruire, per intero, la pianta dell’Antica Città; città che è stata sede della famosa SCUOLA ELEATICA, la SCUOLA FILOSOFICA PRE-SOCRATICA alla quale sono legati i nomi di importanti filosofi greci, quali PARMENIDE ed i suoi discepoli ZENONE e MELISSO di SAMO.Screenshot_2015-08-20-10-20-51-1FESTIVITÀ: Il Patrono del paese di Ascea è SAN NICOLA, il quale viene festeggiato il 6 dicembre di ogni anno.

Un’altra festa particolarmente sentita, però, è anche quella dedicata a S. ANTONIO da PADOVA, che si festeggia il 13 di GIUGNO ad ASCEA CAPOLUOGO. Il 27 agosto di ogni anno, invece, il ricordo della grande trdizione marinaresca del luogo trova il culmine nella suggestiva PROCESSIONE in onore della MADONNA di PORTOSALVO, durante la quale la STATUA della MADONNA viene imbarcata e portata in processione lungo tutta la COSTA, in base ad un’antica usanza marinarargrgeCome se non bastasse, nella FRAZIONE di TERRADURA, il 12 agosto di ogni anno si svolgono grandi festeggiamenti, in onore di SANTA SOFIA mentre, il 16 luglio, nella FRAZIONE di CATONA, viene celebrata la MADONNA del CARMINE, tramite una processione caratteristica che, nella tarda serata, parte dal PICCOLO SANTUARIO del MONTE CARMELO e arriva fino in paese, seguendo un belissimo percorso illuminato da numeorse fiaccole. SAGRE ed EVENTI: Per i turisti più golosi l’appuntamento è dal 18 al 20 Agosto, nella FRAZIONE di MANDIA, per la Festa degli Antichi Sapori, dove è possibile degustare i deliziosi PIATTI dell’ANTICA TRADIZIONE CILENTANA, allietati da diversi spettacoli, sia musicali che teatrali.

festa antichi sapori

One thought on “ASCEA, tra Storia e Natura

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *