Castelnuovo Cilento – Tra Storia, Arte e Cicloturismo

Posto sulla cima di una collina, a 300 mt s.l.m, CASTELNUOVO CILENTO (Comune Cilentano di cica 2700 abitanti) si affaccia sulla valle dell’Alento, con una vista che spazia fino alla costa. Il BORGO sorge attorno ad un Castello del XIII secolo, la cui costruzione è attribuita a Guido Alemagna, cavaliere francese sceso in Italia a seguito di Carlo d’Angiò, dal quale ottenne, il FEUDO di CASTELNUOVODopo la sua morte, il castello rimase nelle mani dei suoi successori, fino al 1496, anno in cui il RE di NAPOLI, Ferrante d’Aragona, fece cnfiscare il FEUDO di CASTELNUOVO, che passò ai Carafeschi.

Nel 1724, invece, il FEUDO pervenne alla famiglia dei marchesi TALAMO-ATENOLFI, che tuttora ne sono i proprietari e che nel 1996 ne hanno effettuato un imponente ristrutturazione. Secondo l’antica tradizione, l’origine del paese risale al periodo successivo alla caduta del CASTELLO della BRUCA (che avvenne intorno all’anno 1000).

Quando, infatti, i suoi ultimi abitanti lo abbandonarono, risalirono la piana verso l’interno, in cerca di un rifugio più sicuro e posero la loro dimora nei pressi di una vecchia fortificazione normanna che, da allora, accresciuta del nuovo flusso, prese il nome di CASTELNUOVOFESTIVITÀ: Tra i festeggiamenti religiosi, ricordiamo quelli in onore di:

  • S. Maria Maddalena, che si celebrano il 21 Luglio;
  • Sant’Antonio di Padova, che si svolgono il 13 giugno (a Velina);
  • Santa Chiara, che si celebrano l’11 di Agosto (a Vallo Scalo)

CURIOSITÀ: Nel Comune di Castelnuovo Cilento è possibile osservare le fantastiche costruzioni in ciottoli dello stravagante Architetto-Contadino Guerino Galzerano.

Tra queste, di particolare interesse sono:

  • La sua CASA, completamente rivestita di Ciottoli, sia all’interno che all’esterno (oggi trasformata in uno splendido Bed and Breakfast)
  • Il suo GIARDINO (adornato da diverse costruzioni in ciottoli, tra cui tavoli, sedie, archi, portici e colonne)
  • La sua TOMBA MONUMENTALE, posta nel  cimitero di Castelnuovo Cilento. Ma la sua opera più grandiosa è, senza ombra di dubbio, il maestoso podere di 5 mila metri quadrati (di proprietà dlla moglie Teresa), situato in uno spazio isolato, distaccato dal paese e dalle sue abitazioni, nel Borgo di Santa Caterina. Un enorme castello, molto originale nelle sue forme, con un grande arco d’ingresso, sculture, muretti, stanze simili a grotte, e numerose sedie disseminate negli spazi pietrificati, sulle torri e lungo i muri.

Insomma, una struttura incredibile, di cui, purtroppo, oggi, sono rimaste solo le rovine e poche costruzioni ancora integreEVENTI: Assolutamente da non perdere è l’evento culturale CASTRUM NOVUM, che si tiene ogni anno, nel mese di Agosto, a CASTELNUOVO CILENTO, tra le splendide mura del castello.

In occasione di questa manifestazione culturale, attori e figuranti, vestiti con abiti d’epoca, ripropongono, al pubblico presente, alcune delle più celebri pagine di storia del Risorgimento Italiano, che hanno dato la spinta alla formazione dell’Unità d’Italia. A rendere tale manifestazione ancora più appetibile e gustosa ci pensano i diversi stand  enogastronomici, disposti all’interno del cortile del castello, che offrono ai turisti la possibilità di degustare diversi prodotti culinari davvero saporiti (dal cuoppo con la frittura di pesce, al panino con la salsiccia; dalla mortadella arrostita, al caciocavallo impiccato, fino ad arrivare al baccalà alla messicana e a quello con funghi porcini).Insomma, si tratta di una manifestazione davvero deliziosa; quindi, per il prossimo Agosto, non prendete impegni, ci si vede tutti a Castelnuovo Cilento, tra le mura del castello, per rivivere insieme  gli eventi che hanno reso grande il nostro Paese.VIA SILENTE: Castelnuovo Cilento è anche il punto di partenza della VIA SILENTE, un bellissimo percorso cicloturistico, di circa 600 km (inaugurato il 14 Maggio 2016), che corre all’interno del Parco Nazionale del Cilento, suddividendosi in 15 tappe, che partono dalla costa e portano a scoprire un meraviglioso territorio, tra boschi di faggio, valli fiorite, grotte, splendidi panorami e corsi d’acqua limpida e cristallina.

One thought on “Castelnuovo Cilento – Tra Storia, Arte e Cicloturismo

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *