PALINURO – La Terra del Mito

Palinuro è la maggiore frazione di Centola, un piccolo comune di circa 5000 abitanti che si estende, con una superficie di 4754 ettari, all’interno del PARCO NAZIONALE del CILENTO. La leggenda vuole che il nome di CENTOLA derivi dal fatto che qui, nel V secolo d.c, vi si stabilirono gli uomini di un Centurione, al seguito di un condottiero bizantino di nome Bellisario che, nel 547 d.c, distrusse la bella e antica città di Molpa, nell’intento di liberarla dall’invasione degli Ostrogoti.

Tuttavia, le prime testimonianze materiali riguardo ad un insediamento risalgono alla fondazione della Badia Basiliana di Santa Maria degli Angeli, che fu soppiantata, poi, da una abbazia benedettina, i cui ruderi duecenteschi sono tuttora visibili.colalge palinuroIl territorio del Comune di Centola è molto variegato e si estende:

  • Dalle ALTURE, dove sono arroccati il Borgo Medievale di San Severino e le Frazioni di San Nicola e Foria;
  • Alle meravigliose COSTE di PALINURO, che viene considerata la vera PUNTA di DIAMANTE del COMUNE, a cui assicura da diversi anni la Bandiera Blu, grazie alle sue meravigliose acque e alle sue splendide coste, punteggiate da grotte marine spettacolari (es: quella Azzurra, quella dei Monaci, quella d’Argento, quella delle Ossa etc…) e da spiagge dal fascino indescrivibile (come la Baia del Buondormire, la Spiaggia delle Saline, la Spiaggia della Molpa, la Spiaggia della Marinella, la Spiaggia dell’Arco Naturale, la Spiaggia della Ficocella e la Spiaggia del Porto).GrotteLUOGHI di INTERESSE: Tra le maggiori attrazioni di Palinuro, oltre alle spiagge e alle bellissime grotte, ci sono:
  • Il FARO di PALINURO, posto sulla punta del telegrafo ed alto ben 70 metri (è il secondo più alto d’Italia, dopo quello di Genova);
  • Il CASTELLO della MOLPA (situato in collina), intorno al quale aleggia una misteriosa leggenda, secondo la quale il fantasma di Donna Isabella si aggira ancora tra le pareti del rudere, in cerca del suo amore;
  • L’EDIFICIO “ANTIQUARIUM”, a Palinuro centro (in località Ficocella), il quale conserva, oltre a imprtanti reperti e testimonianze, risalenti alla preistoria, anche l’antica moneta “PAL-MOL”, che venne utilizzata dai primi abitanti di Centola, sulla COLLINA della MOLPA.
  • L’antica TORRE CAMPANARIA, situata nel centro storico.

Palinuro luoghi interessiu

MITOLOGIA: Il nome di Palinuro si perde nel fascino del MITO.

Secondo la leggenda, infatti, sulle coste dove oggi sorge l’omonimo CAPO, perse la vita PALINURO, nocchiero di ENEA, per inverare la profezia secondo cui un troiano sarebbe dovuto morire per permettere ad ENEA di raggiungere il LAZIO ed insediarvi la stirpe da cui, poi, sarebbe nato CESARE. DOVE MANGIARE: Tra i ristoranti che ci sentiamo di consigliarvi, per permettervi di assaporare gli ottimi piatti della tradizione locale, vi sono:

One thought on “PALINURO – La Terra del Mito

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *