Il PARCO NAZIONALE del CILENTO

Il CILENTO è una sub-regione montuosa della Campania, in provincia di Salerno, facente parte, insieme al Vallo di Diano, del PARCO NAZIONALE del CILENTO, VALLO di DIANO e ALBURNI, che nell’anno 1998 è stato dichiarato, dall’UNESCO, Patrimonio dell’Umanità. Dal 1997, inoltre, esso è stato inserito tra le RISERVE della BIOSFERA e come se non bastasse, nel 2010 è stato il primo parco nazionale italiano ad essere riconosciuto come GEOPARCO.Fino alla creazione del Parco Nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, il territorio cilentano era individuato tra i paesi ai piedi del Monte Stella (1131 m) ed altri delimitati, ad est, dal Fiume ALENTO; fiume dal quale, si pensa, derivi proprio il nome “CILENTO”.

Con il termine CILENTO (da Cis-Alentum), infatti, si indicano proprio quelle terre al di la dell’Alento (ovvero, quelle poste ad est del bacino del fiume).Il PARCO NAZIONALE del CILENTO (la cui sede è localizzata a Vallo della Lucania), corrisponde, oggi, alla parte meridionale della provincia di Salerno, compresa tra la piana del Sele a Nord, la Basilicata a Est e a Sud, e il mar Tirreno ad Ovest.

Esso comprende ben 95 comuni, di cui 80 all’interno del Parco e 15 nelle aree ad esso contigue, per un totale di ben oltre 200 paesi (ognuno con arte e tradizioni tutte da scoprire).

Gli 80 COMUNI in AREA PARCO sono: Agropoli (Comune più popolato del Cilento) Aquara, Ascea (ricca di storia), Auletta, Bellosguardo, Buonabitacolo, Camerota, Cannalonga, Campora, Capaccio, Casal Velino, Casalbuono, Casaletto Spartano, Castel San Lorenzo, Caselle in Pittari, Castelcivita, Castellabate (salita alla ribalta per il film Benvenuti al Sud), Castelnuovo Cilento, Celle di Bulgheria, Centola, Ceraso, Cicerale, Controne (famosa per il suo fagiolo), Corleto Monforte, Cuccaro Vetere, Felitto, Futani, Gioi, Giungano, Laureana Cilento, Laurino, Laurito, Lustra, Magliano Vetere, Moio della Civitella, Montano Antilia, Monte San Giacomo, Montecorice, Monteforte Cilento, Montesano sulla Marcellana, Morigerati, Novi Velia (che ospita, ogni anno, il Festival degli Antichi Suoni), Omignano, Orria, Ottati, Perdifumo, Perito, Petina, Piaggine, Pisciotta, Polla, Pollica (che comprende le frazioni di Pioppi e Acciaroli), Postiglione, Roccadaspide, Roccagloriosa, Rofrano, Roscigno, Sacco, Salento, San Giovanni a Piro, San Mauro Cilento, San Mauro La Bruca, San Pietro al Tanagro, Sant’Arsenio, San Rufo, Sant’Angelo a Fasanella, Santa Marina, Sanza, Sassano, Serra Mezzana, Sessa Cilento, Sicignano degli Alburni, Stella Cilento, Stio (famosa per la sagra dei Ciccimmaretati), Teggiano (la quale è, ogni anno, protagonista della Festa Medievale – Alla Tavola della Principessa Costanza), Torre Orsaia, Tortorella, Trentinara (la Terrazza del Cilento), Valle dell’Angelo e Vallo della Lucania (sede del Parco Nazionale del Cilento).

I 15 COMUNI nelle AREE CONTIGUE al PARCO sono, invece:

Albanella, Alfano, Atena Lucana, Caggiano, Ispani, Ogliastro Cilento, Padula, Pertosa, Prignano Cielnto, Rutino, Sala Consilina, Torchiara, Sapri, Torraca e Vibonati.

Si ricorda che:

  • PALINURO è una frazione del comune di Centola.
  • ACCIAROLI è una frazione del comune di Pollica.
  • PAESTUM è una frazione del comune di Capaccio.
  • SCARIO è una frazione del comune di San Giovanni a Piro.

Tra le Oasi Naturali presenti nel Parco, vanno menzionate: l’Oasi WWF Gole del Bussento, l’Oasi WWF di Persano e l’Oasi WWF di Monte PolveracchioVALLO di DIANO: Per quanto riguarda il Vallo di Diano, ad esso appartengono 15 Comuni (vedi tabella in basso).Tra questi, quelli più di rilievo sono:

Pertosa, che offre la possibilità di visitare lo splendido complesso speleologico conosciuto come Grotte dell’Angelo;

Padula, con la Certosa di San LorenzoNOTA: I grandi massicci degli Alburni e del Cervati (Monte più alto della Campania, con i suoi 1898 metri), insieme al Vallo di Diano e agli altri rilievi montuosi (che si spingono fino a Sapri), cingono il CILENTO propriamente detto quasi come un anello, separandolo dalla Lucania.

Al centro di questo immenso territorio (di oltre 181.000 ettari), quasi a sottolineare la loro importanza, si trovano il MONTE GELBISON (MONTE SACRO, sulla cui cima si trova il Santuario della Madonna di Novi Velia) e lo splendido MONTE STELLA, che rappresenta il vero e proprio “Cuore del Cilento” e con le sue propaggini si estende fino al mare, con dei bellissimi promontori, meta di vacanze per numerosi turisti. Insomma, il CILENTO è davvero una TERRA MAGNIFICA, tutta da scoprire; pertanto, cosa state aspettando? Correte a seguirci, anche voi, sulla nostra PAGINA FACEBOOK e su INSTAGRAM e venite, insieme a noi, alla scoperta di questa SPLENDIDA TERRA, che regala, ogni giorno, emozioni nuove e indescrivibili !!!

P.s. Nel caso in cui vorreste acquistare una mappa molto bella e dettagliata sul Parco Nazionale del Cilento, vi suggeriamo di comprare questa –> MAPPA del CILENTO